• 2018_pace.jpg
  • 2018_ponti.jpg
  • 2018_sussidiarieta.jpg
  • 2018_trasparenza.jpg
  • poveri_new.jpg
  • rete_nuovo.jpg
  • sogno_nuovo.jpg

Un appuntamento imprescindibile

Camminando lungo la strada della periferia di Roma, ho guardato la ricchezza e la varietà di fiori ed erbe che crescono spontaneamente e ci regalano, in questa stagione profumi e colori. Così la nostra vita ha in sé una grande Novità e quando doniamo quel tanto o poco che siamo, ne vediamo la bellezza e scopriamo chi ci sta accanto. Condividiamo l’esperienza di Marco, un nostro amico che, insieme a sua moglie Silvia, ha messo a disposizione tempo, talenti e competenze... (sr Giuliana)

Mi chiamo Marco, ho 62 anni e da quando sono andato in pensione dedico una parte della mia vita a coloro i quali la vita ha riservato un percorso difficile.
Dal 2008 faccio parte della Caritas di San Pancrazio a Roma dove insieme ad altri amici cerchiamo di aiutare le famiglie bisognose e soprattutto i cosiddetti “senza fissa dimora” .
Pian piano l’attività mi ha coinvolto sempre di più sia fisicamente che emotivamente.
Mi ripeto spesso che il Signore mi ha  offerto l’opportunità di restituire un poco del tanto che fino ad allora avevo avuto in dono.
Ma visto che il Signore è “creativo ed instancabile” ha messo sulla mia strada Suor Giuliana conosciuta in un momento particolarmente burrascoso, ma bellissimo, in cui si cercava insieme al Comune di trovare una soluzione agli sgomberi delle persone che vivevano nelle roulotte.
Poco tempo dopo Suor Giuliana mi ha chiesto se conoscessi qualcuno che la potesse aiutare nel loro centro di via Colautti il lunedì.
“Già - ho pensato - mettici pure questo così hai fatto il pieno per la settimana” ma comunque vado a vedere di che si tratta, per offrire poi eventualmente  l’opportunità a qualcuno di mia conoscenza adatto e fidato.
Come è finita? Il lunedì successivo sono andato nel centro a conoscere “i ragazzi”... e cosa è successo? Non me ne sono più andato; oramai il lunedì per me è un appuntamento imprescindibile, il dialogo con loro che spazia a 360 gradi dalle difficoltà quotidiane alle teorie sui massimi sistemi è una gioia grande e soprattutto da questo nasce un qualcosa che piano piano passa da un “servizio” ad una “amicizia” vera fatta di coinvolgimento affettivo, personale, che trascende in quella forma di “amore” così come credo voglia il Signore: l’aiuto vero verso i fratelli in difficoltà.
Per me e per mia moglie Silvia (che è coinvolta in un’attività di sostegno psicologico ai ragazzi che ne mostrano necessità) è un’esperienza coinvolgente e piena di gioia anche grazie alle Suore che hanno improntato l’attività del centro alla luce dell’insegnamento di Francesco.
Grazie!!!!                            Marco

© 2018 Francescane con i Poveri Onlus Aiuta la nostra ONLUS con il 5x1000: c.f. 97330470580